L’obiettivo equilibrio interiore non si pianifica, si realizza

Spunti di riflessione sulla crescita personale

Non esistono ricette universali valide per tutti per trovare l’equilibrio mentale o interiore e io detesto con tutta l’anima chi per vendere cerca di farlo credere al prossimo.

Trovare il proprio equilibrio è la sfida di ogni essere umano e non ne esiste uno uguale all’altro. C’è chi per stare bene ha bisogno di continue esperienze ad alto impatto emotivo e chi sta bene nella quiete assoluta.

Ecco perché quando ci si sente “frullati” dalla vita e persi, bisogna ricordarsi che la soluzione all’ansia e angoscia che ne derivano è dentro di noi e che esistono tante tecniche e persone che possono darci una mano per rimetterci in piedi, ma che sta a noi soltanto tirarci su.

La pianificazione intelligente è quella che lascia spazio anche al caos

Per spiegarmi meglio ti faccio un esempio lampante in linea con i temi di questo blog. Supponi di aver seguito passo passo il mio post su come si fa decluttering e esser riuscita/o a svuotare casa da tutte le cianfrusaglie che c’erano.

Poi hai visto come si può organizzare meglio la cucina e la dispensa e hai reso il tuo bagno perfetto. Ti sei costruita/o una routine quotidiana efficace pianificando come si deve le tue giornate e rendendole più produttive.

spiaggia vuota. mare e cielo con poche nuvole rappresentano per me l'equilibrio interiore

A un certo punto succede che per due settimane manca il tuo collega al lavoro e devi fare il doppio. Torni a casa distrutta/o e nel week end hai bisogno di riposare. In questo breve lasso di tempo riesci a rendere la casa un vero caos.

Vuol dire che hai perso tempo nell’imparare a organizzarti meglio e sei un caso disperato?

NO! Osservando da fuori le vite delle persone che conosci vedrai che è così che funziona la vita, un’alternanza di fasi, esattamente come le stagioni in natura.

l'alternanza delle stagioni da il senso del ritrovare l'equilibrio interiore periodicamente

Perciò non solo è normale che ci siano i temporali a portare confusione nell’ordine che hai fatto, possono arrivare anche dei tornado che apparentemente distruggono tutto.

Se la riorganizzazione della tua casa e dei tuoi impegni ha aggiunto valore alla tua vita e ti ha fatto stare bene, vedrai che appena passa la tempesta ne avvertirai il bisogno per stare meglio e riordinerai nuovamente la tua casa e le tue cose.

Accettare l’impermanenza della serenità non significa arrendersi, significa fluire. Forse avrai sentito che di recente in Romagna, a Milano Marittima e Cervia, una tromba d’aria ha letteralmente distrutto la spiaggia.

Decisi a salvaguardare i loro interessi e lavoro, i romagnoli, tutti insieme, l’hanno sistemata in 8 ore. Si può sempre scegliere, anche di fronte a problemi oggettivamente gravi, come reagire alle sorprese della vita, brutte o belle che siano.

Lasciarsi essere

Mangiare bene, fare yoga o meditare, evitare di fumare, essere attenti all’ambiente e alle altre persone, prendersi cura del proprio aspetto esteriore, vivere in una casa che ci piace e che ci da benessere, leggere, fare sport sono tutti esempi di attività che aiutano a vivere meglio e percorrere il proprio sentiero più consapevoli e leggeri ma non devono diventare una croce.

Bisogna avere il caos dentro di sé per partorire una stella danzante” diceva Nietzsche, perfino il dolore che lacera e strazia l’anima porta a un livello di consapevolezza superiore l’essere umano, illuminandolo.

Ogni cosa che ci succede e ogni nostra azione, anche la più banale, contribuiscono a formare ciò che siamo, giorno dopo giorno. Stare bene però non può essere a tutti i costi, altrimenti diventa un’ossessione ovvero una malattia.

Rispetta chi sei

Dai tempi di Point Break (un film che se non hai visto ti consiglio) quando penso all’equilibrio interiore mi viene in mente un surfista. Fa più fatica a rimanere in equilibrio se il mare è troppo calmo e può essere travolto dall’onda e perfino morire se il mare è ferocemente agitato.

uomo che fa surf

Per me l’essere umano vive (e non si limita a vegetare) quando riesce a domare le onde lasciandosi portare dalla forza dell’acqua, della vita, quando si lascia essere quello che è, con il suo carattere, i suoi sogni, la sua natura.

Attenzione ai santoni

guru indiano

Se attraversi un momento emotivamente difficile e trasgredire alle regole alimentari e salutari in genere ti fa stare meglio, fallo.

Se ti accorgi che non stai bene e la cosa ti preoccupa cambia registro o chiedi aiuto a un bravo medico.

Per tornare all’esempio dei romagnoli di cui per metà faccio orgogliosamente parte, quando deciderai che per te è venuto il momento di ripristinare la spiaggia niente e nessuno potrà fermarti e nessun guru ti indicherà la strada.

In altre parole, per stare bene davvero, pensa con la tua testa e ascolta il tuo cuore.

Sarai tu soltanto a decidere chi, cosa, come e quando potrà, se lo vorrai, aiutarti a riprendere il tuo sentiero.

Related Posts

2 Comments

  1. Annalisa 23 Luglio 2019 Rispondi
    • admin 24 Luglio 2019 Rispondi

Leave a Reply