Come mantenere la cucina sempre in ordine

Scegli con cura ciò che ti serve

 

Come in tutte le altre stanze e situazioni della casa, ho sperimentato personalmente cosa significa scoprire di avere tre cavatappi e nessun apriscatole quando ne stai cercando uno e quanto sia difficile avere la cucina sempre in ordine.

cassetto cucina organizzato con divisorio archzine per mantenere la cucina sempre in ordine

Per quanto le cose appaiano ben sistemate dopo averle riordinate, molto spesso ce ne sono molte più di quelle che occorrono.

Questo è il motivo per cui facilmente si crea disordine, costringendoci a dover mettere continuamente a posto.

Per mantenere la cucina sempre in ordine bisogna quindi innanzitutto armarsi di coraggio; quando si trovano doppioni o ci si imbatte in un utensile che non usiamo mai, occorre scegliere cosa tenere e cosa eliminare e ridurre la quantità allo stretto indispensabile.

Della dispensa parlo in un altro post; ora ci concentriamo su posate e vettovaglie che sono più semplici da organizzare.

 

Procedere cassetto per cassetto

 

Nel procedere cassetto per cassetto ricordati che, quando hai la stessa categoria di oggetti sparsa in diversi luoghi della cucina, dovrai prima metterli tutti sul tavolo e scegliere cosa tenere e cosa eliminare.

Scegli poi un unico posto dove riporre le categorie di oggetti simili, dagli una casa; trova un metodo per organizzarli che ti consenta di tenerli tutti insieme.

Qui sotto trovi esempi e ispirazioni per capire quale tipo di divisori si adattano meglio ai tuoi spazi e abitudini per riuscire a mantenere la cucina sempre in ordine.

 

Posate e piccoli utensili

 

Un’idea comoda e che, con la giusta profondità disponibile, è interessante per conservare tutte le posate e i piccoli utensili nello stesso cassetto, è di metterli in verticale come vedi nella foto qui a sinistra.

 

Se il cassetto che utilizzi per le posate non ha già un divisorio interno predisposto per le posate, procuratene uno o più; li trovi ovunque, anche su Amazon, assicurati di utilizzare tutta la lunghezza disponibile che hai.

Per chi non ama avere troppe cose sul piano della cucina e vuole trovare una variante al solito barattolo dei mestoli o barra in acciaio fissata al muro, l’idea geniale che ho trovato è quella di creare dei divisori che sfruttino lo spazio in diagonale (come vedi nella foto).

Ormai praticamente in tutti i negozi di bricolage c’è un servizio di taglio a misura. Puoi quindi farli da te, prendendo bene le misure e comprando una colla per legno resistente. Ne ho trovato uno in vendita così anche su Amazon molto bello ma non proprio a buon mercato.

 

Pentole e coperchi

 

Chi ha il cassetto basso e largo per le pentole della cucina può risolvere mettendo un tappeto antiscivolo sotto e alcuni divisori per tenere in piedi i coperchi. Abbiamo già visto come sono e dove trovarli nel post dove ti parlo dei divisori per i cassetti degli indumenti.

Anche senza l’apposito cassetto si può comunque sistemare in ordine le pentole anche sui ripiani o negli armadietti disponibili.

Ad esempio con un supporto porta pentole o coperchi come questo a sinistra si può avere ordine e più spazio in orizzontale e, con uno come quello a destra, sfruttare lo spazio verticale.

Altra idea, da considerare per tenere in ordine i taglieri e i coperchi se non hai il cassettone delle pentole, può essere un divisorio verticale tipo questo della foto da mettere sul ripiano della cucina o dentro un armadietto.

 
 

Sfruttare tutta la profondità

 

I pensili della cucina, sebbene solitamente dotati di appositi ripiani, hanno spesso la caratteristica di essere profondi ma non facili da gestire nel quotidiano.

Per questo motivo è importante sfruttarne tanto l’ampiezza quanto l’altezza aumentandone l’accessibilità al massimo possibile. In particolare i piatti, le tazze e i bicchieri possono essere sistemati in verticale, vediamo come negli esempi qui sotto.

porta piatti mdesign per mantenere la cucina sempre in ordine

In tutti i negozi di accessori per la casa si trovano supporti come questo; permettono di sfruttare tutto lo spazio verticale disponibile di un pensile.

attrezzo per appendere tazze metaltex

Allo stesso modo esistono supporti da agganciare al ripiano superiore che consentono di sfruttare l’altezza di quello inferiore e costano quanto un aperitivo a Milano (come quello che vedi foto).

Tieni conservate in questo modo solo le vettovaglie di uso quotidiano e trova un altro spazio per un eventuale servizio dedicato agli ospiti.

Eviterai così di avere i tuoi pensili stipati di oggetti che utilizzi poco e che ti impediscono di trovare e gestire velocemente quelli che invece usi tutti i giorni.

 

Stai sfruttando tutto lo spazio che hai sotto il lavello?

 

Come avrai capito a questo punto la chiave per minimizzare il tempo necessario al riordino e avere gli oggetti sempre a posto è:

  • ridurne la quantità al giusto necessario;
  • separarli con appositi divisori e, possibilmente, disporli affinché siano reperibili a colpo d’occhio.

Anche sotto il lavello, dove quasi tutti noi teniamo la spazzatura, è importante sfruttare tutto lo spazio verticale. Non è gradevole alla vista avere il lavandino, magari di design e pagato profumatamente, messo in secondo piano dal detersivo per i piatti, spugne e varie ed eventuali. Un’idea come questa della prima foto trovata su Amazon può essere la tua soluzione.

 

Per sfruttare lo spazio verticale ci sono essenzialmente tre soluzioni adottabili a seconda delle varie situazioni.

Ci sono in vendita a poco prezzo degli appositi organizzatori sotto lavello in plastica che si adattano alle varie misure.

Poiché non mi danno l’idea di essere particolarmente durevoli e stabili puoi pensare di provare a utilizzarne uno per vedere se ti ci trovi bene e, solo in seguito, farti fare delle mensole su misura.

L’altra possibilità è di acquistare un solido bastone per tende estensibile a molla e appendere tutti i detersivi che lo consentono.

Infine si può pensare anche di acquistare uno di quegli appositi organizer con contenitori estraibili; una volta appurato che ci si trova bene farsene fare uno su misura.

Tuttavia scegliendone uno in metallo come quello della  quarta foto anziché in plastica la durevolezza e praticità quotidiana potrebbe decisamente migliorare.

Non ti dimenticare di condividere questo articolo se lo hai trovato utile e contattami se hai bisogno di una consulenza personalizzata 🙂

 

Agata

ottimizzazione spazi abitativi

Tornare a casa non è più una gioia perché pensi a quanto lavoro hai ancora da fare per pulirla e riordinarla?

Nell’ambiente che occupi quotidianamente ci sono troppe cose e non trovi mai quello che ti serve subito?

Continui a girare a vuoto e non concludi tutto ciò che vorresti?
 
 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Post che potrebbero piacerti

10 cose utili da fare in casa

10 cose utili da fare in casa a Gennaio

Per semplificare, organizzare e godersi la vita   Terminate le festività natalizie capita spesso di sentirsi gonfi di cibo e bagordi e sopraffatti dall’enorme quantità