Come pianificare un obiettivo e raggiungerlo

Trasformare un desiderio in un progetto

Nel post precedente abbiamo visto come sia fondamentale avere chiarezza dentro di sé sui motivi personali autentici per cui desideriamo raggiungere un obiettivo.

gabbiano che vola

Senza questa premessa, alla prima difficoltà o distrazione, abbandoneremo l’azione procrastinando o mollando del tutto.

Ciò in sé non è nulla di drammatico ma sedimenterà nella nostra mente il pensiero che non siamo capaci, danneggiando la nostra autostima. Ora invece vediamo come pianificare un obiettivo.

Le basi della pianificazione

Verba volant scripta manent

Le parole volano, gli scritti rimangono perciò pianificare un obiettivo che si desidera portare a termine, con i passaggi necessari a realizzarlo, è qualcosa che si scrive, che sia su carta o su un cellulare non importa.

scrivere per pianificare un obiettivo

E’ un impegno che si prende con sé stessi e scriverlo ci aiuterà a definirlo nei dettagli, facendoci porre l’attenzione necessaria a renderlo concretamente raggiungibile.

Pianificare non è pontificare, è mettere nero su bianco efficacemente.

I veri obiettivi sono solo quelli S.M.A.R.T

Cosa significa mettere nero su bianco efficacemente? Posso anche scrivere nero su bianco che voglio la casa in ordine, pulita e profumata tutti i giorni, che di certo non otterrò per magia questo risultato solo per averlo scritto.

Per aver certezza di poter raggiungere un obiettivo devo rispettare alcune semplici regole quando pianifico la sua realizzazione.

Nell’ambito aziendale delle Risorse Umane (in quelle aziende, per lo più americane, dove si viene valutati sulla base della meritocrazia) i dipendenti vengono gratificati economicamente al raggiungimento di obiettivi SMART.

infografica obiettivi smart per pianificare un obiettivo

Come avere una casa smart

Specifica cosa vuoi concretamente ottenere

Come prima cosa dobbiamo indicare con precisione, in modo esplicito e circostanziato, il risultato desiderato. Poniamo quindi di voler ottenere una casa in ordine, pulita e profumata.

Concorderai con me che la frase casa in ordine, pulita e profumata è estremamente vaga. Detto così è un concetto astratto, che varia da persona a persona.

Per alcune persone l’avere la casa pulita significa sterile come una sala operatoria, per molte altre significa soltanto pavimenti spazzati e lavati e cucina e bagno passati con appositi detersivi.

Anche l’avere casa in ordine è un concetto astratto e personale; per alcuni significa avere tutti gli oggetti esattamente al loro posto, per altri è sufficiente che alcune zone della casa siano libere da oggetti intrusi.

Rendere l’obiettivo misurabile

Ora che hai definito il tuo personale concetto di ordine e pulito in casa procedi a scriverlo con precisione. Sgombrati la mente da ciò che ti hanno insegnato i genitori e da ciò che dicono le convenzioni e scrivi esattamente cosa vuol dire per te avere la casa pulita e in ordine.

Posso farcela?

A questo punto è necessario un piccolo sforzo di obiettività. Pensa ai tuoi impegni quotidiani e al tempo effettivamente libero che hai da dedicare a quest’attività.

Ci sono altre persone in casa con te che possono collaborare ad aiutarti a raggiungere quest’obiettivo o ci sono ma non ti aiuteranno? Se hai dei bambini sei in grado di ottenere che mettano i giochi al loro posto prima di andare a letto o dovrai farlo tu?

donna che pulisce

Poiché sei tu che vuoi raggiungere quest’obiettivo deve essere tarato sulle tue sole forze.

Nel caso ad esempio tu decida di avvalerti dell’aiuto di una colf devi essere in grado di sostenerne la spesa ovvero aver fatto bene i conti e se non vivi sola/o averlo concordato con chi vive con te.

Rivedi quindi la pianificazione dell’obiettivo che hai scritto alla luce di queste considerazioni. Posso oggettivamente raggiungere il livello di ordine e pulito quotidiano che mi sono prefissata/o?

Se è necessario ridimensiona le tue esigenze a quanto è effettivamente possibile ottenere. In questo modo eviterai la frustrazione di non riuscirci e, al contrario, avrai la soddisfazione di avercela fatta.

Traccia la via

Se hai fatto bene il lavoro precedente siamo a buon punto. Resta soltanto da fare il piano d’azione ovvero pianificare scrivendo con precisione cosa e quando devo fare determinate azioni per raggiungere l’obiettivo.

Procedi riflettendo sulla tua routine quotidiana e stabilisci dove possono essere inseriti i passaggi necessari per arrivare al risultato. Il mattino presto? La sera tardi? Quando torni dal lavoro?

Se non ce l’hai già trova un metodo tra i tanti disponibili. C’è chi procede per liste, chi usa l’agenda e chi il calendario. Usa la carta, il pc o il cellulare va bene tutto purché tu scriva, con precisione, cosa devi fare ogni giorno.

copertina del corso estivo trova il tempo di fare tutto per pianificare un obiettivo

Durante i prossimi giorni sulla pagina Facebook ti darò molti spunti relativi ai mezzi esistenti per tenere traccia dei propri piani. Se non ce l’hai già, spero troverai il metodo giusto per te.

Con riferimento all’esempio specifico che stiamo trattando, un buon piano d’azione potrebbe essere quello di dedicare una giornata a pulire e sistemare la casa secondo i tuoi canoni e poi stabilire come mantenerla tale giorno dopo giorno.

A seconda dei tuoi parametri personali, potrebbe essere sufficiente pulire una stanza al giorno e tenere in ordine il resto ad esempio. Alcuni fissano un giorno per le lavatrici, un altro per la cucina, uno per i bagno e via dicendo.

Perché devo scrivere per forza tutto?

Il fatto di scrivere innanzitutto serve a poter verificare a che punto sei in qualsiasi momento, anche in pausa pranzo al lavoro, e fare un piano di recupero se gli imprevisti ti hanno impedito di mantener fede ai tuoi piani.

Ti toglie un inutile e dannoso sovraccarico di pensieri dalla mente; quando scriviamo qualcosa il cervello si rilassa, diminuiscono le cose che deve ricordare.

come pianificare un obiettivo in agenda

Hai una piacevole sensazione di controllo della situazione che ti alleggerisce; sai cosa devi fare e quando farlo per cui non devi perdere più tempo a organizzare cose e compiere scelte ogni due minuti e una conseguente maggiore attenzione a ciò che ti succede intorno.

Ricordati che ciò che può essere fatto in due minuti non va scritto, va fatto subito. Non cadere nemmeno nella trappola del “oggi non mi va lo faccio domani”, non boicottarti.

E adesso?

Il piano è pronto, manca il passaggio della verifica. Ogni sera dai un’occhiata al tuo piano e spunta quello che hai fatto. Scoprirai quanto può essere gratificante veder scritto quello che avevi da fare e poterci tirare una bella riga sopra.

Se non ce l’hai fatta non ti colpevolizzare. Fai del tuo meglio per recuperare il giorno successivo, prendendo nota di ciò che devi ancora portare a termine. Ti succederà più e più volte, sia perché gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo sia perché sei una persona.

Non ti demoralizzare e semplicemente trova il sistema di portare avanti il tuo piano, adattandolo se necessario, ma senza mollarlo soltanto perché perché hai avuto una giornata o una settimana difficile. Succede a tutti.

La verifica se non quotidiana dev’essere comunque puntuale, se non riesci tutti i giorni o decidi che ti è sufficiente farlo una/due volte la settimana va bene, l’importante è che tu la faccia.

Festeggia!

Ricordati di gratificarti ogni volta che hai raggiunto il tuo obiettivo. Collezionare piccoli costanti successi è il modo migliore di nutrire la tua autostima.

Se il tuo piano è su base settimanale mettiti un premio nel week end. Questo può darti la motivazione e farti proseguire con costanza per almeno 21 giorni di seguito.

Ventun giorni è il tempo medio che occorre al nostro cervello per acquisire una nuova abitudine. In seguito proseguire come hai stabilito ti costerà un terzo dello sforzo, ne vale la pena.

Nei prossimi post sulla pianificazione approfondiremo i vari metodi organizzativi esistenti, nel frattempo se vuoi accedere a liste e planner settimanali scaricabili gratuitamente utilizza il modulo che trovi qui sotto e iscriviti alla Newsletter.

SAI CHE ISCRIVENDOTI ALLA NEWSLETTER AVRAI ACCESSO ALLA BANCARELLA SEGRETA DELLE RISORSE GRATUITE? 🙂

* indicates required

In base al GDPR in vigore dal 25/08/2019 ho bisogno della tua autorizzazione al trattamento dei dati personali per poterti inviare email:

Trovi l’informativa nella pagina Privacy Policy del sito. Puoi chiedere di non ricevere più altre comunicazioni ed essere cancellata/o dalla lista in qualsiasi momento cliccando il link “unsubscribe from this list” in basso nelle email che ricevi da Facile Riordinare.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp’s privacy practices here.

Related Posts

Leave a Reply