Libri per imparare a pianificare

Verba volant scripta manent

Ti ho già raccontato che i due metodi principali dell’organizzazione personale sono le liste e il bullet journal o comunque tenere un agenda.

Nel post che spiega come trasformare un sogno in un progetto, ti ho già parlato quanto sia importante suddividere il piano in tante azioni, scomporlo in pezzi come un puzzle per riuscire a portarlo a termine con successo.

Per molte di noi, la maggioranza oserei dire, pensare, ad esempio, di metter mano al proprio guardaroba e sistemare l’armadio è come ritrovarsi di fronte a un drago furibondo e gigantesco.

Immagino tu sia d’accordo con me che scomporre l’armadio/guardaroba in tante piccole sezioni e affrontarne una alla volta, per quanto magari comunque noioso, risulterà alla mente senz’altro più gestibile.

La dimostrazione la trovi nel post dove spiego come organizzare il cambio di stagione.

Ma torniamo a noi, abbiamo detto liste?

copertina libro di organizzazione personale l'arte delle liste

L’arte delle liste della scrittrice francese Dominique Loreau è il libro perfetto per l’organizzazione personale di due categorie di persone:

  • quelle che le disprezzano perché secondo loro sono perdite di tempo inutili;
  • quelle che continuano a saltare da un articolo all’altro, da un libro all’altro cercando l’illuminazione senza mai fare concretamente nulla.

Esplorarne il senso zen in questo libro può essere lo stimolo per gli eterni indecisi tra il dire e il fare.

Bullet journaling ovvero un agenda a punti

copertina libro di organizzazione personale il metodo agenda a punti

Il mio metodo di organizzazione personale preferito e quello che uso è questo; mi sento di consigliarlo perché è il metodo più libero e personalizzabile che esista.

Puoi adoperarlo per raccogliere le note che scrivi su trecento bigliettini che hai sparsi in casa, per scriverci le liste e poterne avere una traccia cronologica, puoi utilizzarlo come diario oppure un mix delle tre cose.

Se vuoi provarlo ma la spiegazione che trovi sul sito ufficiale ti ha spaventato (è un metodo più difficile da spiegare che da utilizzare), prova con questo libro di Rachel Wilkerson Miller, Il metodo agenda a punti.

Per chi non ha voglia di leggere

Mettiamo che tu sia una sportiva che ha in programma di fare mille escursioni o che per le vacanze non sia propensa/o a portarti da leggere e scrivere. In vista di settembre, per tanti momento di bilanci e nuovi progetti, cosa ne pensi di cominciare ad allenarti con un planner settimanale?

Te ne consiglio uno senza date in modo da gestirlo e usufruirlo con maggior libertà e non doverlo buttare dalla frustrazione se non riesci ad essere costante.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Post che potrebbero piacerti

10 cose utili da fare in casa

10 cose utili da fare in casa a Gennaio

Per semplificare, organizzare e godersi la vita Terminate le festività natalizie capita spesso di sentirsi gonfi di cibo e bagordi e sopraffatti dall’enorme quantità di